Kena, come funziona l’area riservata?

Kena, come funziona l’area riservata?

Le compagnie di telefonia mobile in Italia offrono una moltitudine di offerte che variano frequentemente, quindi diventa davvero molto complicato mostrare i prezzi aggiornati in questa sede. Se vuoi farti un’idea dei prezzi ti consigliamo di utilizzare un comparatore (come CheTariffa.it), su cui puoi filtrare i risultati in base alle tue preferenze (minuti, dati, contratto o prepagamento …).

Dopo una prima analisi ti renderai subito conto della convenienza di Kena mobile, nuovo astro nascente nel mondo della telefonia mobile nazionale. A tale proposito, leggi anche questo articolo di CheTariffa.it su My Kena, dove si parla delle tariffe convenienti dell’operatore, dell’efficienza del segnale, attivo su tutta Italia, e della semplice e intuitiva area riservata del sito, fiore all’occhiello della società appoggiata alla rete TIM.

Tim fa parte di Telecom Italia – la più importante compagnia di telefonia fissa in Italia – ed è il principale operatore telefonico in Italia. Tim ha un’ampia varietà di tariffe e prevede di raggiungere clienti di ogni tipo, ma quelle che offre a un pubblico giovane sono particolarmente interessanti, anche grazie alla fondazione di Kena, con tariffe davvero concorrenziali.

Poiché dall’App puoi anche attivare un nuovo piano tariffario, vale la pena affrontare un paio di questioni in merito.

SIM Prepagata o a consumo?

La formula a “contratto” ha cominciato a diffondersi in Italia solo con l’arrivo degli smartphone e soprattutto grazie alle aggressive promozioni lanciate dalle varie aziende. Oggi possiamo trovare entrambe le opzioni, contratto e carta prepagata, con tariffe molto simili. Ma quale scegliere?

Con l’opzione del contratto, sai che non rimarrai senza credito o giga per navigare, ed eviti di doverti ricordare ogni volta di fare le ricariche.

Inoltre, puoi abbinarlo all’acquisto di un telefono cellulare in cambio di un periodo di permanenza. Per questo è necessario avere una carta di credito o un contratto di finanziamento e soddisfare una serie di requisiti. Inoltre, tieni presente che i periodi di permanenza sono di almeno 2 anni.

Con l’opzione carta prepagata dovrai ricaricare ogni mese, ma è più flessibile e non richiede un periodo di permanenza. Un altro dei suoi vantaggi è che puoi modificare la tariffa in base alle offerte attuali e alle tue esigenze. Ti consiglio di controllare sempre se le offerte hanno un costo di attivazione.

Cosa valutare nella scelta del piano (area riservata consultabile per valutare modifiche)

Prezzo

La questione del prezzo coinvolge più di una variabile. In generale, il corrispettivo da versare al minuto con lo stesso operatore conta molto. Ma guarda la bolletta telefonica degli ultimi tre mesi e vedi se ti sei collegato di più per il tuo operatore o per più altri operatori.

Se non sai quali numeri provengono da altri operatori, ci sono applicazioni gratuite che possono rivelarlo. Analizza, quindi, qual è l’importo speso con queste chiamate e vedi se è ragionevole cambiare.

Valuta i viaggi frequenti

Tu o i tuoi collaboratori viaggiate molto in regioni lontane? Valuta anche le tariffe internazionali. Verifica se è vantaggioso acquistare anche un pacchetto dati: avere sempre uno smartphone con Internet è utile. Trascorri la maggior parte del tuo tempo in ufficio? Se la risposta è sì, taglia le spese del pacchetto e spendi di più per le chiamate. Se trascorri la maggior parte del tempo in viaggio, magari per lavoro, è meglio investire in pacchetti di dati e ridurre il piano tariffario. Con le app di conversazione gratuite, molte persone le usano già.

Controlla gli orari

A volte gli operatori offrono tariffe eccellenti, ma di notte. Se la lo utilizzi durante l’orario lavorativo, questo pacchetto non funziona più per te. Presta attenzione ai dettagli.