Mappe stellari: cosa sono, come vederle e come crearle

Mappe stellari: cosa sono, come vederle e come crearle

Alzare gli occhi al cielo e ammirare il fascino spettacolare ed emozionante delle stelle. Bello, vero? Eppure non sempre è possibile farlo, complici soprattutto le condizioni meteo e l’inquinamento luminoso delle nostre città.

In soccorso ci vengono le cosiddette mappe stellari, uno strumento utilissimo non solo per gli amanti degli astri, del cielo e delle costellazioni, ma anche per tutti coloro che, guardando le stelle, ancora si commuovono. E vogliono far commuovere.

Cosa sono le mappe stellari

Per comprendere l’utilità delle mappe stellari è bene capire cosa sono. Si tratta di rappresentazioni delle stelle e dei pianeti in un determinato momento, sia presente che passato. Com’è possibile? Con il passare del tempo le stelle e i pianeti cambiano, per via del loro moto e dei rispettivi fenomeni che li guidano, la loro posizione.

Tutte le stelle, e anche i vari raggruppamenti (le costellazioni) si muovono nel tempo e, considerando il cielo come lo sfondo, è possibile monitorare la loro posizione in qualsiasi momento. Le mappe stellari, quindi, sono una sorta di fotografia del cielo in un determinato istante (anno, mese, giorno e orario). L’unica stella che nel tempo rimane nella stessa posizione è la stella polare e, laddove è visibile, è per questo motivo facilmente rintracciabile e identificabile.

Come vederle

Lo sguardo sul cielo e sulle sue evoluzioni è una continua fonte sia di emozioni che di ispirazioni. Da sempre il cielo, gli astri e le stelle hanno rappresentato una sorgente di idee, iniziative e scoperte. Basti pensare alle composizioni dei poeti, ai detti popolari e alle tantissime analisi e verifiche che gli scienziati hanno fatto proprio partendo dall’osservazione del cielo e delle stelle.

Oggi rispetto al passato è molto più semplice vedere le diverse mappe stellari, potendo contare sul grande contributo fornito dalla tecnologia. Esistono infatti tantissimi servizi telematici e app per lo smartphone con i quali, in qualsiasi momento e in tempo reale, vedere qual è la situazione degli astri nel cielo. Un’altra grande opportunità data dalle app è quella di poter utilizzare lo smartphone come una sorta di cannocchiale e di animare le mappe stellari. Come? Basta puntare lo smartphone verso il cielo per comprendere il nome della stella e dei corpi celesti presenti in quello momento e avere tutte le informazioni disponibili. Con le funzionalità della realtà aumentata, inoltre, è possibile immergersi nel cielo e provare un’esperienza visiva davvero emozionante.

Come crearle

Per non lasciare che tutto questa somma bellezza rimanga lontana o si vanifichi non appena si termina di guardarle, è possibile creare e salvare una copia delle proprie mappe stellari.

C’è infatti la possibilità di avere mappe stellari personalizzate impostate su una data precisa. Si possono realizzare mappe stellari sul giorno della propria nascita, sul giorno della nascita di un figlio, del proprio matrimonio o di qualsiasi altro evento.

Una volta generato il file è possibile condividerlo o stamparlo (su qualsiasi supporto) e conservarlo o regalarlo. Creare e donare una mappa stellare significa dare importanza a un evento e fissarlo per sempre nella memoria. Non tramite una foto, ma attraverso la posizione delle stelle del cielo nello stesso momento in cui avveniva l’evento che si vuole celebrare e ricordare. Un modo dolce, solenne, delicato e romantico per comunicare e condividere la propria gioia.